Resetta la password

Noto: Capitale del Barocco Siciliano

Ricerca Avanzata
I tuoi risultati di ricerca
Gennaio 2, 2019

Noto: Capitale del Barocco Siciliano

La capitale del Barocco siciliano per eccellenza è Noto: “un giardino di pietra” dove perdersi tra numerosi monumenti, chiese, palazzi nobiliari, dal gusto barocco che l’hanno resa patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 2002.

La Città medievale di cui sono visibili tracce delle mura e del castello, corrisponde all’antica Neto, distrutta dal terremoto del 1693 ma ricostruita successivamente, come Noto, in stile barocco.
Noto si trova nell’area geografica del Val di Noto, territorio conosciuto per la presenza di località balneari, come Marina di Ragusa, e di città famose in tutto il mondo per la loro cultura e storia come Ragusa, Siracusa e Scicli.

Cosa vedere a Noto

Ogni angolo della Città di pietra è un quadro di fregi barocchi, capitelli intarsiati e chiese e palazzi maestosi ed eleganti. Per avere l’idea di entrare in un vero e proprio museo a cielo aperto, raggiungi il centro storico passando dalla maestosa “Porta Reale”: un arco di trionfo risalente all’800, costruito in occasione della visita di Ferdinando II, Re delle Due Sicilie, che ti immette su corso Vittorio Emanuele, via principale di Noto.

Percorrendo il corso potrete ammirare un’architettura barocca di altissimo pregio: la Chiesa di San Francesco, con annessa la Chiesa di Santa Chiara e il complesso del convento delle suore benedettine. Ciò che la rende unica è la bellissima e maestosa scalinata di pietra e il suo interno, considerato, con le numerose decorazioni, uno dei più importanti dell’intera Sicilia per lo stile architettonico barocco.

A dominare l’intero centro storico è l’imponente duomo di San Nicolò. L’intera facciata è realizzata con pietra calcarea e in stile barocco. Nel 1996 l’interno fu danneggiato a causa del crollo della cupola e di parte della navata centrale, che fu restaurata nel 2007. Nel corso dei secoli, dal 700, la Chiesa è stata oggetto di diversi rifacimenti e ristrutturazioni che le hanno conferito l’attuale aspetto.
Ad abbellire la piazza del Duomo è Palazzo Ducezio, nonché municipio della Città, e il Palazzo Vescovile.

Un groviglio di tortuose e sinuose stradine da percorrere per scoprire le bellezze che si celano nel centro storico, come ad esempio Palazzo Nicolaci, struttura che rappresenta, nella sua interezza, la ricchezza artistica del centro storico Netino. La sua facciata è caratterizzata da un imponente portale con due colonne ioniche sormontate da un balcone riccamente decorato con figure grottesche. Il palazzo è visitabile al suo interno con la sua elegante scala ottocentesca di stile Neoclassico, la “Sala del Tè”, decorata con motivi orientali e il salone delle feste, con decorazioni “Trompe I’oeil” che ti faranno rivivere le atmosfere di quei tempi.

Nella via Nicolaci, ricca di palazzi con balconi decorati in stile barocco, si svolge a maggio “l’infiorata”, una delle manifestazioni più sentite degli abitanti di Noto, una sorta di “saluto alla primavera”. La via viene ricoperta letteralmente di tele dipinte con fiori di ogni genere e colore, ispirate a tematiche ogni anno differenti, creando un tappeto variopinto che attira persone da tutta la Sicilia e non solo.

Se il centro è stato ricostruito dopo il terremoto, resti di quella che era l’antica Città sono visibili nella cosiddetta “Noto antica”. Tra la vegetazione mediterranea che oggi sorge spontanea tra i reperti, si ergeva il centro ricchissimo in età romana e importantissimo durante il medioevo. Sorge sul monte Alveria e presenta mura, fortificazioni e ruderi di epoca medievale.

Tra i monumenti visibili nell’area archeologica c’è la Porta della Montagna che è posta proprio all’ingresso del sito, le rovine del castello reale, databile tra l’XI e il XVII secolo, la Chiesa dei Gesuiti, il ginnasio e gli heroa greci.

Come le altre bellezze del Val di Noto, Scicli, Ragusa Ibla, Modica, patrimonio dell’Unesco, anche Noto merita di essere visitata e scoperta, per ammirare ed apprezzare le bellezze Barocche che, in modo particolare, la rendono la capitale del Barocco siciliano.

Cosa vedere in un giorno: tour giornaliero a Noto

Per scoprire le bellezze che la nostra terra offre, non ci basterebbe una vita…ma si sà, quando si va in vacanza, sono tante le cose da fare, da vedere e bisogna organizzare il tempo che si ha a disposizione per visitare quanti più luoghi possibili.

Se il tuo soggiorno a Noto sarà breve, bisogna che tu non ti perda solo nel visitare qualche chiesa o qualche palazzo più rinomato, ma, per apprezzare la città interamente, bisogna che tu cammini per le strade e le piazze del centro storico, quasi senza una meta ben precisa, cosicché da poter scoprire le bellezze che si celano in ogni angolo.
Prendendo come punto di partenza la Porta Reale, immergiti nel cuore di Noto per scoprire le tante attrazioni che hanno contribuito a renderla Capitale barocca della Sicilia.

Dove mangiare a Noto

La val di Noto è terra ricca di storia, culture e tradizioni… ma anche sapori, colori e odori. Questo ricco territorio offre un’ampia varietà di prodotti che sono diventati i protagonisti delle cucine.
A Noto puoi apprezzare le prelibatezze e le specialità locali come arancini, cannoli e granite o scoprire qualche piatto tipico nei ristoranti o nelle trattorie del posto. Il centro storico è il luogo ideale, con tanti ristoranti, localini e pasticcerie che aspettano proprio te. Il Ristorante Pizzeria Casa Matta, in via Tommaso Fazello, o la trattoria Fontana d’Ercole in Vicolo Salonia.
Per gustare dolcetti di marzapane o frutta martorana, in corso Vittorio Emanuele trovate Caffè Sicilia o in via Principe Umberto la Pasticceria Kennedy.

Case vacanza a Noto

Se vuoi immergerti nella città di Noto e nelle località limitrofe per trascorrere un’intensa e divertente vacanza nella Sicilia Sud Orientale, puoi dare un’occhiata alle nostre case vacanza ed appartamenti presenti nel territorio, le quali si trovano in posizioni strategiche per visitare tutto il Val di Noto.

Queste e molte altre ville, case vacanze ed appartamenti sono disponibili qui su Cento Sicilie

Condividere

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.